Tutti i gusti per Halloween

Dolcetto o scherzetto? Alzi la mano chi non ha mai preso la propria maschera di carnevale per andare a festeggiare Halloween in qualche locale della città o a casa con amici. Una festa collettiva che in tutto il mondo si celebra con preparazioni culinarie ad hoc: scopriamole insieme!

Ormai da diversi anni quella che era una festa solo anglosassone viene celebrata in tutto il mondo: il 31 ottobre infatti è dedicato ad Halloween e ovunque è possibile gustare piatti tipici preparati per l’occasione. Partiamo tutti insieme per un vero e proprio giro del mondo alla scoperta dei gusti dedicati alla festa più creepy dell’anno.

Iniziamo dagli Stati Uniti, dove la zucca la fa da padrona nelle sue infinite sfumature di arancione.

La Pumpkin Pie, ovvero una gustosa torta di zucca, realizzata da uno strato di pasta frolla per la base, sopra al quale si adagia una crema di zucca aromatizzata con noce moscata, cannella, chiodi di garofano e zenzero.

Sempre in America e sempre protagonista la zucca: vi proponiamo i semi di zucca tostati. Con tutte le zucche svuotate per l’occasione, nel Nord America abbondano i semi, che, una volta tostati, salati e speziati, possono essere gustati come semplici snack. Attenzione: questa pietanza può creare dipendenza!

Ultimo giro nella terra a stelle e strisce, dove ci accolgono le mele candite, presenti per l’occasione anche in Irlanda e in Inghilterra. Le mele vengono immerse in uno sciroppo a base di acqua, zucchero e sciroppo di mais, aromatizzato molto spesso con cannella. Per renderne pratica e maneggevole la degustazione, si infila un bastoncino nella mela. E se questo concentrato di dolcezza non vi soddisfa, provate la versione più golosa: la mela immersa nel caramello caldo e poi rotolata in una granella di arachidi. Non aggiungiamo altro!

Nel Regno Unito spiccano le Soul Cakes: piccoli dolci circolari, aromatizzati con noce moscata e cannella, che in passato venivano offerti ai mendicanti e ai bambini che andavano porta a porta in cambio di preghiere per i defunti. È proprio questa antica tradizione che sembra essere alla base dell’attuale “dolcetto o scherzetto”, che vede protagonisti i più piccoli, impegnati ad andare di casa in casa chiedendo dolciumi e caramelle. Le Soul Cakes sono presenti anche negli Stati Uniti.

Ci spostiamo nella terra delle verdi distese, l’Irlanda, cuore delle radici celtiche della festività di Halloween: furono proprio gli Irlandesi a portare oltreoceano la festa di Ognissanti, in occasione della loro massiccia migrazione verso il nuovo continente intorno all’800. La ricetta è il Colcannon realizzato con patate e verza, cotte con le cipolle nel burro e nel latte. Tipica specialità invernale, il Colcannon è consumato sia come portata principale, sia come contorno a piatti di carne: provatelo e non saprete più farne a meno!

Sempre dalla suggestiva Saint Patrick’s Country vi proponiamo il Barmbrack, un pane dolce arricchito da uva passa. La curiosità sulla lavorazione del piatto è legata a un ingrediente quantomeno insolito: un anello, che, se presente all’interno del pane, predice un futuro fortunato.

Last but not least, il dolce italiano che viene servito ad Halloween: le fave dei morti, biscottini di colore bianco che rimandano all’usanza di offrire questo legume alle divinità legate agli Inferi, Plutone e Proserpina su tutte. In Lombardia invece si prepara il pane dei morti, un pane dolce con uvetta, biscotti sbriciolati, fichi secchi e cannella.

E tu? Hai già scelto il tuo gusto per Halloween?

Tutti i gusti per Halloween

Dolcetto o scherzetto? Alzi la mano chi non ha mai preso la propria maschera di carnevale per andare a festeggiare Halloween in qualche locale della città o a casa con amici. Una festa collettiva che in tutto il mondo si celebra con preparazioni culinarie ad hoc: scopriamole insieme!

Ormai da diversi anni quella che era una festa solo anglosassone viene celebrata in tutto il mondo: il 31 ottobre infatti è dedicato ad Halloween e ovunque è possibile gustare piatti tipici preparati per l’occasione. Partiamo tutti insieme per un vero e proprio giro del mondo alla scoperta dei gusti dedicati alla festa più creepy dell’anno.

Iniziamo dagli Stati Uniti, dove la zucca la fa da padrona nelle sue infinite sfumature di arancione.

La Pumpkin Pie, ovvero una gustosa torta di zucca, realizzata da uno strato di pasta frolla per la base, sopra al quale si adagia una crema di zucca aromatizzata con noce moscata, cannella, chiodi di garofano e zenzero.

Sempre in America e sempre protagonista la zucca: vi proponiamo i semi di zucca tostati. Con tutte le zucche svuotate per l’occasione, nel Nord America abbondano i semi, che, una volta tostati, salati e speziati, possono essere gustati come semplici snack. Attenzione: questa pietanza può creare dipendenza!

Ultimo giro nella terra a stelle e strisce, dove ci accolgono le mele candite, presenti per l’occasione anche in Irlanda e in Inghilterra. Le mele vengono immerse in uno sciroppo a base di acqua, zucchero e sciroppo di mais, aromatizzato molto spesso con cannella. Per renderne pratica e maneggevole la degustazione, si infila un bastoncino nella mela. E se questo concentrato di dolcezza non vi soddisfa, provate la versione più golosa: la mela immersa nel caramello caldo e poi rotolata in una granella di arachidi. Non aggiungiamo altro!

Nel Regno Unito spiccano le Soul Cakes: piccoli dolci circolari, aromatizzati con noce moscata e cannella, che in passato venivano offerti ai mendicanti e ai bambini che andavano porta a porta in cambio di preghiere per i defunti. È proprio questa antica tradizione che sembra essere alla base dell’attuale “dolcetto o scherzetto”, che vede protagonisti i più piccoli, impegnati ad andare di casa in casa chiedendo dolciumi e caramelle. Le Soul Cakes sono presenti anche negli Stati Uniti.

Ci spostiamo nella terra delle verdi distese, l’Irlanda, cuore delle radici celtiche della festività di Halloween: furono proprio gli Irlandesi a portare oltreoceano la festa di Ognissanti, in occasione della loro massiccia migrazione verso il nuovo continente intorno all’800. La ricetta è il Colcannon realizzato con patate e verza, cotte con le cipolle nel burro e nel latte. Tipica specialità invernale, il Colcannon è consumato sia come portata principale, sia come contorno a piatti di carne: provatelo e non saprete più farne a meno!

Sempre dalla suggestiva Saint Patrick’s Country vi proponiamo il Barmbrack, un pane dolce arricchito da uva passa. La curiosità sulla lavorazione del piatto è legata a un ingrediente quantomeno insolito: un anello, che, se presente all’interno del pane, predice un futuro fortunato.

Last but not least, il dolce italiano che viene servito ad Halloween: le fave dei morti, biscottini di colore bianco che rimandano all’usanza di offrire questo legume alle divinità legate agli Inferi, Plutone e Proserpina su tutte. In Lombardia invece si prepara il pane dei morti, un pane dolce con uvetta, biscotti sbriciolati, fichi secchi e cannella.

E tu? Hai già scelto il tuo gusto per Halloween?